Padule di Fucecchio: prossimi eventi Gennaio-Luglio 2022

Pubblicato il 20 aprile 2022 • Comune , Cultura

Di seguito gli eventi che si terranno nei mesi di Gennaio-Luglio 2022.

Il Padule di notte: al tramonto (e oltre) nella Riserva Naturale, area Le Morette; visita in un orario particolarmente suggestivo e al rientro ascolto dei rapaci notturni nel bosco

Venerdì 10 giugno, ore 19:30-22:30

Nei mesi primaverili il Centro organizza nell'area de Le Morette anche escursioni all’ora del tramonto (ed oltre), particolarmente suggestive e adatte anche alle famiglie con bambini, che consentono di apprezzare momenti ed aspetti insoliti della palude.
La parte iniziale è dedicata al birdwatching: grazie ai binocoli personali portati in escursione ed alla consulenza delle Guide del Centro sarà possibile osservare ed imparare a riconoscere aironi, anatre, falchi di palude e tante altre specie che frequentano l’ambiente palustre.,
L'escursione continua anche dopo il calare del sole, quando l’affievolirsi delle condizioni di visibilità è compensato dalla moltitudine di suoni emessi dalle tante creature della palude: dai canti dei piccoli passeriformi del canneto, come il Cannareccione e la Cannaiola, che al calare del sole si fanno più intensi, al crepuscolare richiamo del Tarabusino, simile ad un abbaio roco, alla voce gracchiante delle Nitticore, aironi notturni che nidificano numerosi in grandi colonie, le cosiddette “garzaie”.
Ormai a buio, si fa a ritroso il percorso naturalistico attraversando il Bosco di Chiusi, dove si possono sentire ed imparare a riconoscere i canti di varie specie di rapaci notturni come la Civetta, l’Allocco, il Gufo comune (che a dispetto del nome è abbastanza raro) e l’Assiolo, e quelli di altre specie notturne come lo strano Succiacapre.
Difficoltà: nessuna, percorso pianeggiante di circa 3 km fra andata e ritorno.
Attrezzatura: mascherina di protezione, scarponcini da trekking e pantaloni lunghi, binocolo e una piccola torcia elettrica.
Quota di adesione: € 6,00 (€ 4,00 da sei a 18 anni).
Ritrovo: Centro Visite di Castelmartini, via Don Franco Malucchi (ex via Castelmartini) n. 115, Larciano, PT.

 

Il giorno della cicogna: visita guidata al nido per osservare, a distanza di assoluta sicurezza, l’allevamento dei pulcini.

Sabato 11 giugno, ore 8:30-10:30
Sabato 18 giugno, ore 8:00-10:00
Sabato 25 giugno, ore 8:00-10:00

Dopo secoli di assenza, la Cicogna bianca è tornata a nidificare in Toscana, grazie all’adozione di misure di protezione degli ambienti naturali ed a progetti di reintroduzione realizzati da associazioni e centri specializzati. Oltre alla coppia di Fucecchio, la prima ad insediarsi nella nostra regione già dal 2005, oggi nascono pulcini di cicogna anche in altri due nidi ai margini della grande area umida, a Monsummano Terme, e in altri in tutta la Toscana.
Quest’anno non è possibile organizzare in sicurezza la manifestazione “Il giorno della cicogna”, ma con la visita vogliamo comunque offrire agli interessati la possibilità di osservare dal vivo i nidi con gli adulti ed i pulcini.
Un esperto del Centro RDP Padule di Fucecchio sarà pronto a rispondere a tutte le curiosità sulla vita delle cicogne e grazie al binocolo personale portato in escursione sarà possibile “spiare” il loro comportamento a distanza, senza disturbarle. A seguire, per chi lo desidera, una breve visita guidata agli allestimenti sul Padule e alle mostre temporanee presenti nel Centro Visite della Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, a Castelmartini.
Difficoltà: nessuna.
Attrezzatura: mascherina di protezione, scarpe comode, binocolo.
Quota di adesione: € 6,00 (€ 4,00 da sei a 18 anni).
Ritrovo: Centro Visite di Castelmartini, via Don Franco Malucchi (ex via Castelmartini) n. 115, Larciano, PT.

Riserva Naturale del Padule di Fucecchio - Area Righetti: con le Guide del Centro in visita all’altra metà dell’area protetta.

Domenica 12 giugno, ore 8:30-11:30

L'Area Righetti, che costituisce la parte più settentrionale della Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, conserva elementi di grande interesse paesaggistico e naturalistico, grazie alle cure prodigate per decenni dall’Ing. Gaetano Righetti e poi dal Consorzio di Bonifica, che ne ha acquisito la proprietà; proprio per questo è possibile visitarla solo in compagnia di Guide esperte, che sappiano come ridurre al minimo ogni disturbo alla flora e fauna protette.
Anche in questa parte della Riserva Naturale sono stati effettuati negli ultimi anni grandi interventi di manutenzione e ripristino ambientale, ed in particolare sono stati creati specchi d’acqua, dotati anche di due osservatori faunistici, che ospitano molti uccelli acquatici. Nell’Area Righetti sono anche presenti due piccole colonie riproduttive di aironi e cormorani: dagli osservatori è possibile vedere a distanza con il cannocchiale i nidi e seguire le varie fasi dell’allevamento dei pulcini.
Difficoltà: nessuna.
Attrezzatura: mascherina di protezione, scarponcini da trekking, binocolo.
Quota di adesione: € 6,00 (€ 4,00 fino a 18 anni).

Passeggiata fra arte, storia e natura da Massarella al Porto di Salanova con sosta all'apiario della lavanda e degustazione di prodotti de Le Api di Alessandra.

Domenica 19 giugno, ore 8:00-11:00

L’itinerario parte da Massarella, frazione del Comune di Fucecchio situata sul margine orientale delle Cerbaie: una terrazza naturale dalla quale si può ammirare un panorama che abbraccia buona parte della palude. Lo stesso panorama che si ritrova anche nei pregevoli affreschi del maestro Romano Stefanelli collocati nella Pieve di Santa Maria: Stefanelli fu allievo di Pietro Annigoni con cui collaborò anche per il famoso ciclo di affreschi della chiesa di Ponte Buggianese. Dalla piazza di Massarella si parte per una passeggiata che, costeggiando i boschi delle Cerbaie, conduce al porto di Salanova posto lungo il canale dei Navicelli all’interno dell’area umida.
Dopo una sosta in Padule si raggiunge Villa Arrigoni per visitare l’apiario della lavanda dell’azienda agricola Le api di Alessandra che offrirà a tutti i partecipanti una degustazione dei suoi prodotti prima di riprendere il percorso per Massarella.
Difficoltà: il percorso ad anello, di circa 5 chilometri, è adatto a tutti.
Attrezzatura: mascherina di protezione, scarponcini da trekking o scarpe pesanti, cappello e una scorta d'acqua.
Quota di adesione: € 6,00 (€ 4,00 fino a 18 anni).

 

Svasso maggiore, nidi coi fiocchi: nell’area naturale protetta di Arnovecchio aspettando la nascita dei pulcini.

Domenica 3 luglio, ore 9:00-12:00

Da domenica 3 luglio c’è un motivo in più per visitare l’area naturale protetta di Arnovecchio, gioiello verde del Comune di Empoli: nei nidi dello Svasso maggiore, dopo un mese di cova, dovrebbero nascere i primi pulcini. Lo Svasso maggiore è un uccello tuffatore che frequenta le acque del laghetto di Arnovecchio tutto l’anno, immergendosi a diversi metri di profondità alla ricerca delle prede preferite: di solito pesciolini o invertebrati acquatici.
Fra maggio e giugno costruisce un nido galleggiante, e anche quest’anno lo ha fatto proprio di fronte agli osservatori, costringendo i gestori dell’oasi ad attuare un protocollo speciale che eviti ogni possibile forma di disturbo. D’altra parte, messe in atto tutte le dovute precauzioni, si tratta di un’occasione unica per vedere dal vivo il comportamento riproduttivo della specie, con spettacolari danze di corteggiamento e cure parentali straordinarie.
Sarà quindi possibile osservare in diretta i pulcini, che da piccoli vengono portati sul dorso da uno dei due genitori: una barchetta di penne e piume con quattro o cinque passeggeri che sporgono solo le testoline in attesa dell’imbeccata.
Sarà anche l’occasione per ascoltare il canto dell’Usignolo, cercare di cogliere la presenza del coloratissimo Rigogolo, osservare le libellule e le farfalle multicolori che volano sul prato o le fioriture di stagione come l’Iperico perforato. Nei mesi di luglio e agosto l’oasi di Arnovecchio è aperta al pubblico, senza bisogno di prenotazione, la domenica mattina con orario 9-12; sarà possibile entrare, a turno, nei capanni di osservazione, portandosi da casa il binocolo.
Ad accogliere i visitatori ci saranno come al solito le guide del Centro RDP Padule di Fucecchio, da contattare per informazioni (tel. 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it).

Il Padule di notte: al tramonto (e oltre) nella Riserva Naturale, area Le Morette; visita in un orario particolarmente suggestivo e al rientro ascolto dei rapaci notturni nel bosco

Venerdì 15 luglio, ore 19:15-22:15

Nei mesi primaverili il Centro organizza nell'area de Le Morette anche escursioni all’ora del tramonto (ed oltre), particolarmente suggestive e adatte anche alle famiglie con bambini, che consentono di apprezzare momenti ed aspetti insoliti della palude.
La parte iniziale è dedicata al birdwatching: grazie ai binocoli personali portati in escursione ed alla consulenza delle Guide del Centro sarà possibile osservare ed imparare a riconoscere aironi, anatre, falchi di palude e tante altre specie che frequentano l’ambiente palustre.,
L'escursione continua anche dopo il calare del sole, quando l’affievolirsi delle condizioni di visibilità è compensato dalla moltitudine di suoni emessi dalle tante creature della palude: dai canti dei piccoli passeriformi del canneto, come il Cannareccione e la Cannaiola, che al calare del sole si fanno più intensi, al crepuscolare richiamo del Tarabusino, simile ad un abbaio roco, alla voce gracchiante delle Nitticore, aironi notturni che nidificano numerosi in grandi colonie, le cosiddette “garzaie”.
Ormai a buio, si fa a ritroso il percorso naturalistico attraversando il Bosco di Chiusi, dove si possono sentire ed imparare a riconoscere i canti di varie specie di rapaci notturni come la Civetta, l’Allocco, il Gufo comune (che a dispetto del nome è abbastanza raro) e l’Assiolo.
Difficoltà: nessuna, percorso pianeggiante di circa 3 km fra andata e ritorno.
Attrezzatura: mascherina di protezione, scarponcini da trekking e pantaloni lunghi, binocolo e una piccola torcia elettrica.
Quota di adesione: € 6,00 (€ 4,00 da sei a 18 anni).