Atto di nascita

Ultima modifica 17 gennaio 2022
ATTO DI NASCITA:
L'atto di nascita è una registrazione della dichiarazione di nascita con rilevanza giuridica per lo stato civile. In questo modo il bambino diviene “cittadino” a tutti gli effetti. La dichiarazione può essere fatta dal padre, dalla madre o da un loro procuratore speciale, ovvero dal Sanitario che ha assistito la madre o da altra persona presente al parto rispettando l'eventuale volontà della madre di non essere nominata.
 
UFFICIO COMPETENTE:
 
  • PREVIO APPUNTAMENTO presso l' Ufficio Stato Civile, Via Vittorio Veneto, 8 - 50050 Cerreto Guidi (FI). Per maggiori informazioni contattare il numero 0571/906214 oppure inviare una mail al seguente indirizzo: statocivile@comune.cerreto-guidi.fi.it;
 
  • tramite il portale "SPORTELLO TELEMATICO POLIFUNZIONALE" a cui si accede dal menù principale presente nella home page del Comune di Cerreto Guidi. All'interno della sezione "servizi demografici" sarà possibile scegliere l'argomento desiderato e reperire tutte le informazioni sull'argomento. Nello specifico sono presenti informative in merito alla dichiarazione di nascita ed alcuni servizi online come "chiedere l'attribuzione del cognome materno e paterno al momento della nascita".
 
MODALITA' DI RICHIESTA:
La legge prevede tre possibilità per effettuare la denuncia di nascita.
Il dichiarante può presentarsi:
 
  • entro 10 giorni dall'evento presso il Comune di residenza dei genitori.
Nel caso in cui i genitori non risiedono nello stesso Comune, salvo diverso accordo tra di loro, la dichiarazione di nascita è resa nel Comune di residenza della madre;
 
  • entro 10 giorni dall'evento presso il Comune in cui è avvenuto il parto;
  • entro 3 giorni presso la Direzione sanitaria dell'Ospedale o della Casa di Cura ove è avvenuta la nascita.
 
DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE:
 
  • documento di riconoscimento valido di colui che effettua la dichiarazione;
  • attestazione dell'avvenuta nascita rilasciata dal personale sanitario che ha assistito al parto o che lo ha accertato in un momento successivo.
 
RIFERIMENTI NORMATIVI:
 
  • Decreto del Presidente della Repubblica 396/2000
 
NOTE:
Se la dichiarazione viene rilasciata dopo 10 giorni, l'Ufficiale di Stato Civile deve redigere l'atto indicando le ragioni, esposte dal dichiarante che sono state causa del ritardo e darne segnalazione al Procuratore della Repubblica.