Il Sindaco

Ultima modifica 7 maggio 2022

IL SINDACO

Secondo l’art. 36 del D.lgs. 267/00, il Sindaco, denominato anche “primo cittadino”, è uno degli organi di governo del Comune assieme alla Giunta Comunale ed al Consiglio Comunale. Diversamente da questi ultimi, però, è un organo monocratico e non collegiale.

Tale figura non assume rilevanza esclusivamente in ambito locale: il Sindaco, oltre ad essere responsabile dell'amministrazione comunale è al contempo organo dello Stato, attribuzione che gli consente di agire quale ufficiale del Governo nell’espletamento delle funzioni che gli sono conferite in detto ambito.

La duplice natura di detto organo, assume una connotazione concreta in considerazione dei poteri e competenze spettanti allo stesso. Nello specifico, sarà necessario distinguere le funzioni del Sindaco quale capo dell’amministrazione Comunale e quale Organo di Governo.

Il Sindaco, ai sensi dell’art. 50 del D.lgs. 267/00, quale capo dell’Amministrazione Comunale:

  • rappresenta l'ente;
  • convoca e presiede la Giunta, nonché il consiglio comunale quando non è previsto il presidente del consiglio;
  • sovrintende al funzionamento dei servizi e degli uffici e all'esecuzione degli atti;
  • esercita le funzioni che gli sono attribuite dalle leggi, dallo statuto e dai regolamenti;
  • sovrintende all'espletamento delle funzioni statali e regionali attribuite o delegate al comune;
  • esercita le altre funzioni attribuitegli quale autorità locale nelle materie previste da specifiche disposizioni di legge e, in particolare, adotta le ordinanze contingibili e urgenti in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale;
  • nomina i responsabili degli uffici e dei servizi;
  • attribuisce e definisce gli incarichi dirigenziali e quelli di collaborazione esterna;
  • provvede, sulla base degli indirizzi stabiliti dal consiglio, alla nomina, alla designazione e alla revoca dei rappresentanti del comune presso enti, aziende ed istituzioni.

Il Sindaco, ai sensi dell’art. 54 del D.lgs. 267/2000, quale Ufficiale del Governo sovraintende:

  • alla tenuta dei registri di stato civile (è ufficiale dello stato civile) e di popolazione (è ufficiale dell'anagrafe) ed agli adempimenti demandatigli dalle leggi in materia elettorale (presiede la commissione elettorale), di leva militare e di statistica;
  • alla emanazione degli atti che gli sono attribuiti dalle leggi e dai regolamenti in materia di ordine e di sicurezza pubblica;
  • allo svolgimento, in materia di pubblica sicurezza e di polizia giudiziaria, delle funzioni affidategli dalla legge;
  • alla vigilanza su tutto quanto possa interessare la sicurezza e l'ordine pubblico, informandone preventivamente il prefetto
  • adotta, con atto motivato e previa comunicazione al prefetto, provvedimenti, anche contingibili e urgenti nel rispetto dei principi generali dell'ordinamento giuridico, al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità pubblica e la sicurezza urbana.

Oltre ai compiti elencati dall'art. 50 e 54 del D.lgs. 267/00, il Sindaco esercita ulteriori funzioni che non risultano ricomprese all'interno dei citati articoli. Nello specifico:

  • ai sensi dell'art. 98 del D.Lgs 267/2000 nomina il segretario comunale scegliendolo tra gli iscritti all'apposito albo. Il segretario cessa automaticamente dall'incarico con la cessazione del mandato del sindaco che l'ha nominato, salvo che non sia confermato dal nuovo sindaco.
  • ai sensi dell'art. 108 del D.Lgs. 267/2000, nei comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti e previa deliberazione della giunta comunale, può nominare un direttore generale al di fuori della dotazione organica e con contratto a tempo determinato. Il Direttore generale provvede ad attuare gli indirizzi e gli obiettivi stabiliti dagli organi di governo dell'ente, secondo le direttive impartite dal sindaco, e sovrintende alla gestione dell'ente, perseguendo livelli ottimali di efficacia ed efficienza. Il direttore generale può essere revocato dal sindaco, previa deliberazione della giunta comunale; la durata del suo incarico non può eccedere quella del mandato del sindaco.
  • ai sensi dell'art. 15 della legge 24 febbraio 1992, n. 225, il sindaco è autorità comunale di protezione civile: al verificarsi dell'emergenza nel territorio comunale, assume la direzione e il coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza alle popolazioni colpite e provvede agli interventi necessari dandone immediata comunicazione al prefetto e al presidente della giunta regionale.
Il Sindaco del Comune di Cerreto Guidi è Simona Rossetti, nata il 13/04/1973 a Empoli.
 
  • Curriculum vitae
  • Deleghe: cultura, bilancio, personale, urbanizzazione, affari generali, comunicazione, lavori pubblici, turismo
 
Per appuntamenti o informazioni sull'orario di ricevimento rivolgersi all'Ufficio Segreteria del Sindaco e degli Organi Politici.
 
Oppure scrivere direttamente al Sindaco all'indirizzo: sindaco@comune.cerreto-guidi.fi.it
 
Per maggiori informazioni riguardo i componenti della Giunta, l'organo politico di cui fa parte Sindaco, è possibile consultare la pagina di seguito indicata: "La Giunta Comunale".