Iscrizione all'Anagrafe Canina

Ultima modifica 7 gennaio 2022
ANAGRAFE CANINA:
L'Anagrafe canina è stata istituita per assicurare il controllo della popolazione canina e prevenire il randagismo. Al momento dell'iscrizione viene assegnato a ciascun cane un codice di riconoscimento contenuto in un microchip. Tale codice contraddistingue in modo specifico e senza duplicazione ciascun cane ed ha lo scopo di permettere sempre l'identificazione del proprietario.
 
REQUISITI:
Tutti i proprietari di cani, gli allevatori ed i detentori di cani a scopo di commercio, sono tenuti per legge ad iscrivere i propri animali all'anagrafe canina. L'iscrizione deve essere effettuata entro 60 giorni dalla nascita del cane o, comunque, nel momento in cui se ne viene in possesso. I cani già  regolarmente tatuati sono esentati dall'obbligo del microchip.
 
COME EFFETTUARE LA RICHIESTA:
Occorre contattare il Servizio Veterinario prendendo un appuntamento.
La mancata identificazione del cane all'anagrafe canina comporta una sanzione da un minimo di euro 103 a un massimo di euro 622.
 
UFFICIO COMPETENTE:
 
 
 
DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE:
Occorre presentare tutti i dati relativi al proprio animale. Nel caso in cui il cane sia già  stato tatuato è necessario che il proprietario porti con se il pedigree rilasciato dall'ENCI (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana) o comunque un documento dal quale desumere il codice tatuato sull'animale.
Nel caso di acquisizione di un cane da un altro proprietario occorre dichiarare anche le generalità del cedente (cognome, nome, residenza). La stessa procedura va seguita per l'iscrizione di cani sui quali sia già  stato impiantato il microchip.
 
NORMATIVA
 
  • Decreto del Presidente della Giunta Regionale 30.06.2004 n.33/R.