Regime Patrimoniale dei Beni

Ultima modifica 17 gennaio 2022
E' il regime legale dei beni che i futuri sposi concordano all'atto del matrimonio o successivamente davanti ad un notaio.
 
INFORMAZIONI :
Il matrimonio instaura automaticamente il regime patrimoniale della comunione dei beni a meno che i futuri coniugi, con dichiarazione verbale resa all'Ufficiale dello Stato civile, se trattasi di matrimonio civile, o al Parroco o altro Ministro di culto, se trattasi di matrimonio religioso, non optino per la separazione. Se all'atto del matrimonio gli sposi non hanno scelto il regime della separazione, possono successivamente farlo con atto notarile. La variazione sarà  comunicata dal Notaio all'Ufficiale dello Stato civile, che provvederà  all'annotazione a margine dell'atto di matrimonio.
 
DOVE RIVOLGERSI :
 
  • PREVIO APPUNTAMENTO presso Ufficio Stato Civile, Via Vittorio Veneto, 8 - 50050 Cerreto Guidi (FI). Per informazioni contattare il numero 0571/906214 oppure inviare una mail al seguente indirizzo: statocivile@comune.cerreto-guidi.fi.it
 
  • tramite il portale "SPORTELLO TELEMATICO POLIFUNZIONALE" a cui si accede dal menù principale presente nella home page del Comune di Cerreto Guidi. Selezionando la voce "servizi demografici" --> "scegliere il regime patrimoniale" sarà possibile reperire tutte le informazioni desiderate in merito all'argomento.
 
NORMATIVA :
 
  • Decreto del Presidente della Repubblica 396/2000
  • Legge 151/75
  • Codice civile art. 143 e successivi
 
NOTE :
Il minore ammesso a contrarre matrimonio è anche capace di prestare il consenso per tutte le relative convenzioni matrimoniali, le quali sono valide se egli è assistito dai genitori esercenti la patria potestà  su di lui o dal tutore o dal curatore speciale nominato dal Tribunale o dalla Corte d'Appello.
Le convenzioni matrimoniali debbono essere stipulate per atto pubblico.